Cappotti ed Intonaci
Avvolgere per Proteggere: Isolamento e
Risparmio con il Cappotto Termico

Home

Cappotti ed Intonaci

EDILALBA

Cappotti ed Intonaci

Il Cappotto Termico: Guida su Cappotto Termico Esterno e Interno

Nell’ultimo periodo, il cappotto termico è diventato un argomento di grande interesse, specialmente grazie ai bonus edilizi che hanno permesso l’installazione in condomini e villette. Questi incentivi sono stati creati per sostenere azioni di efficientamento energetico, diventate fondamentali non solo per il risparmio in bolletta ma anche per la salvaguardia del pianeta.

Cos’è il Cappotto Termico?

Il cappotto termico, o isolamento a cappotto, è costituito da pannelli coibenti applicati in strati esternamente o internamente agli edifici, contrastando il flusso termico. Questi pannelli assicurano un’ottima tenuta termica e un buon isolamento acustico, aumentando anche il valore dell’edificio sul mercato immobiliare.

Esistono due tipi principali di isolamento a cappotto: interno ed esterno. Vediamo le differenze tra questi due sistemi.

Cappotto Termico Esterno

Il cappotto termico esterno viene applicato sulle pareti perimetrali esterne dell’edificio. Si compone di materiali isolanti e un intonaco di finitura. La scelta del materiale dipende da diversi fattori, tra cui la posizione dell’edificio, il clima della zona e lo spessore richiesto dello strato isolante.

Vantaggi del Cappotto Termico Esterno

  • Riduzione delle dispersioni termiche
  • Valorizzazione estetica dell’edificio
  • Miglioramento del comfort abitativo
  • Risparmio energetico

Tecniche di Installazione e Materiali

È possibile scegliere tra materiali sintetici (come EPS e PVC) o naturali/minerali (come fibra di legno, lana di roccia, sughero). La posa in opera avviene “a giunti sfalsati” e deve garantire una tenuta ottimale.

Cos’è il Cappotto Termico Interno?

Il cappotto termico interno è un intervento meno invasivo che non modifica l’aspetto esterno dell’edificio. È più economico e può essere realizzato anche individualmente in un condominio. Riduce le dispersioni termiche e migliora il comfort abitativo.

Tecniche di Installazione e Materiali

Per il cappotto interno, è importante scegliere materiali con bassa conduttività termica e buona traspirabilità. Tra i più utilizzati vi sono:

  • Aerogel
  • Fibra di legno
  • Sughero
  • Lana di roccia
  • Lana di vetro
  • EPS (Polistirene Espanso Sinterizzato)

Perché Scegliere l’EPS

L’EPS è leggero, offre un’elevata capacità isolante, resiste all’umidità, è versatile e ha un buon rapporto qualità-prezzo. È anche 100% riciclabile e contribuisce alla riduzione delle emissioni di CO2.

Cappotto Termico Interno vs Esterno: Quale Scegliere?

La scelta dipende da vari fattori, come le caratteristiche dell’edificio, le esigenze di isolamento, i vincoli architettonici e il budget. Generalmente, il cappotto esterno è più efficace e duraturo, ma il cappotto interno è un’alternativa valida in alcune situazioni.

Benefici Ambientali e di Risparmio Energetico

L’installazione di un cappotto termico riduce le dispersioni energetiche, i costi in bolletta e le emissioni di CO2, aumentando il valore dell’edificio.

Per una consulenza completa e articolata, rivolgersi a esperti nel settore è la scelta migliore, come fare affidamento a Edilalba per un intervento eseguito alla regola d’arte.

Contattaci per una consulenza personalizzata !

EDILALBA

I NOSTRI LAVORI

Contattaci per una consulenza personalizzata !

Lavorare con stile

Guide ai lavori

Rimani aggiornato sulle news e normative di settore.